cronaca politica e sociale con un pò di pepe e tanto sale | spazio dedicato alla notizia politica, sociale e non solo… | i fatti e i misfatti, italiani e internazionali | costume, società, notizie, informazione, news, satira

Tag archive

Francia

MACCHERONI AL MATTARELLO….

scritto dalla Redazione de Il Satirico

Sono stati giorni tesi fra Francia e Italia. Una crisi diplomatica si era affacciata alla finestra e dall’Eliseo un vento gelido aveva raggiunto il Quirinale. Tanto è vero che anche l’ambasciatore francese, Christian Masset, ha dovuto (per alcuni giorni) ripiegare in patria verso Parigi per delle, non meglio definite, … “consultazioni“. La crisi aveva preso dimensioni maggiori, in quanto lo stesso Macron, non avendo più un riferimento (Giuseppe Conte), quale interlocutore diretto, non riusciva più ad avere un dialogo con l’Italia. Dopo che il premier francese aveva più volte ritenuto utile dialogare con il suo omologo politico italiano, ma del quale non si è percepita l’azione e neppure l’intenzione, vanificata probabilmente per il “fuoco incrociato” dei suoi due “vice”, Salvini e Di Maio, verso lo stesso Macron e che non hanno risparmiato “affondi pepati”, l’Eliseo trovandosi “spiazzato”, ha ritenuto utile e unica soluzione quella di interloquire con il presidente Mattarella, che, ha fatto un passo formale per disinnescare il conflitto aprendosi a Parigi con una telefonata.

Eliseo


“I due presidenti hanno riaffermato l’importanza per entrambi i Paesi della relazione franco-italiana, nutrita da legami storici, economici, culturali e umani eccezionali” così spiegato dall’Eliseo in un comunicato che continua cosi: “ricordato che Francia e Italia, che hanno costruito insieme l’Europa, hanno una responsabilità particolare per operare di concerto alla difesa e al rilancio dell’Unione europea”.

La chiacchierata al telefono fra Mattarella e Macron avrebbe ricucito lo “strappo” e selciato il sentiero per il ritorno dell’ambasciatore Christian Masset che dopo le “ingerenze” del partner italiano, definite “inaccettabili e provocatorie”, era stato richiamato all’ovile. Questo scontro diplomatico, inedito nella storia delle relazioni bilaterali dal dopoguerra, ha avuto bisogno dell’intervento del presidente Mattarella per distendere gli animi e ricondurre i rapporti politici e diplomatici con l’equilibrio e la collaborazione che è richiesta fra i due paesi “cugini”.
E’ il caso di dire, forse, che a volte ci vuole il “mattarello” per lavorare meglio la “pasta” e potersi “sedere al tavolo” e riaggiustare il palato!

ENA European News Agency

MARE ITALIANO MA PESCE FRANCESE O VICEVERSA?

scritto dalla Redazione de Il Satirico

Ti svegli un giorno e con il tuo peschereccio italiano, dalla Sardegna, raggiungi i posti, dove, solitamente, vai a pescare. Bene. Tirando su la rete ti accorgi, però, che tutti i pesci che hai pescato, parlano francese…! In un altro angolo di mare, un peschereccio francese, invece, tira su una bella dose di gamberi rossi che, incredibilmente, cantano, magnificamente intonati, in perfetto italiano?! Saranno mica di Sanremo e forse tornano dal festival? Beh, sembra una barzelletta, ma poco ci manca. gambero-rossoE’ quello che da qualche tempo sembra essere successo nei mari del nord della Sardegna, dove, a quanto pare i confini marini, si sono spostati di qualche miglio a favore della Francia. Ma quanto di vero c’è in questa vicenda? L’incidente “diplomatico” è sorto quando qualche settimana fa, la capitaneria francese, ha fermato un peschereccio italiano, asserendo di essere in mare francese. L’equivoco nasce dal fatto che, nel marzo del 2015, si è avuto un accordo di modifica del confine marino tra Francia e Italia, che nasceva dalla necessità di “ridefinire” i confini marittimi, in relazione ad una questione legata alle conformità del diritto internazionale. Questo accordo firmato a Caen nel marzo del 2015, appunto, è il risultato di un negoziato iniziato nel 2006 e concluso nel 2012, per dare risposte alla esigenza di stabilire confini ben definiti per i due paesi confinanti e sulle rispettive porzioni di mare. accordo-Francia-Italia-1Tutto questo, legato alle norme della convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare (UNCLOS 1982), dove, esisteva un vuoto giuridico che riguardava i mari territoriali e la piattaforma continentale, con la giurisdizione delle acque sottoposte a queste ultime.  Accordo ratificato dal governo francese ma non ancora da quello italiano, laddove, comunque, in futuro, esisterà la libera pesca dal 2022, con la liberazione delle acque…. Insomma, è il caso di dire, che, dall’una e dall’altra parte, non sanno che pesci prendere!
Intanto si dice che un branco di pesci spada, in balneazione tra la Corsica e l’Isola d’Elba, abbia superato uno yacht, a forte velocità, deridendolo prima in sardo e poi in lingua còrsa…!!!

Drawing

 

vai su torna in cima

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi